Nerone. L'artista vietato

Leggi il libro di Nerone. L'artista vietato direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Nerone. L'artista vietato in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su osteriacasadimare.it.
Osteriacasadimare.it Nerone. L'artista vietato Image
DESCRIZIONE
Giunto al termine della sua esistenza, Nerone si confessa, ripercorre il passato e offre la sua versione dei fatti per diradare la fitta cortina di bugie e falsità cresciuta intorno a lui. Perché, come già osservava Giuseppe Flavio nelle Antichità giudaiche, «alcuni, da lui beneficati, hanno tradito la verità per adulazione; altri, per odio e rabbia, hanno scritto mentendo senza scrupolo e così follemente da meritare la nostra condanna». Nel suo racconto in prima persona, Nerone narra tanto la sua vita quanto le vicende della gens giulio-claudia alla guida di un impero sempre più grande: le abili mosse di Agrippina, sua madre, dopo la morte di suo padre e quella dell'imperatore Claudio, l'ascesa al trono, gli amori e i matrimoni, il problema dell'erede, le questioni politiche e la passione per l'arte, il rapporto con Seneca e Petronio, i tradimenti subiti e quelli di cui fu invece incolpato. Sul filo rigoroso delle fonti, pagina dopo pagina, si viene definendo il ritratto a tutto tondo di un uomo autentico, che nella felicissima prosa di Enzo Mandruzzato ritrova verità e vivezza.
DATA 2020
NOME DEL FILE Nerone. L'artista vietato.pdf
ISBN 9788833532790
DIMENSIONE 3,49 MB
Nerone - Per una enciclopedia dantesca digitale

L'imperatore romano Nerone (in latino: Nero Claudius Caesar Augustus Germanicus) nasce ad Anzio il 15 dicembre dell'anno 37, da Agrippina Minore e Gneo Domizio Enobarbo. Il padre appartiene a una famiglia considerata di nobiltà plebea, mentre la madre è figlia dell'acclamato condottiero Germanico, nipote di Marco Antonio, di Agrippa e di Augusto, nonché sorella dell'imperatore Caligola che ...

Nerone Lyrics, Songs, and Albums | Genius

Senecam praeceptorem ad necem compulit: atqui philosophus saepe commeatum a Nerone petebat eique sua bona cessurus erat itaque princeps persancte iuraverat se frustra suspectum esse et periturum potius quam nociturum ei. Burro praefecto praetorii remedium ad fauces pollicitus, toxicum misit.

LIBRI CORRELATI